Prezzi per cambiare cinghia di distribuzione auto

CAMBIARE CINGHIA DISTRIBUZIONE AGRIGENTO

La cinghia di distribuzione, come la maggior parte degli elementi che compongono un'autovettura, deve periodicamente essere sottoposta al debito controllo, ed eventualmente sostituita.

La cinghia di distribuzione, in qualità di elemento portante nelle fasi di aspirazione e scarico compiute dal pistone, deve costantemente attenersi ai parametri dell'efficienza; la potenziale rottura della stessa, infatti, è capace di determinare la mancata apertura, o vicendevolmente chiusura, delle valvole: tale inconveniente conduce all'urto del pistone contro le valvole, cui consegue il possibile piegamento delle stesse. Nel caso in cui tale circostanza avesse modo di verificarsi, la sola sostituzione della cinghia di distribuzione risulterebbe come inappropriata ed insufficiente, in quanto anche le valvole necessiterebbero di essere sottoposte ad una supplenza. Le spese derivanti dalla sostituzione delle valvole sono considerevolmente maggiori di quelle ricollocabili alla sola cinghia di distribuzione, ragione per la quale, contrariamente a quanto considerato dall'opinione comune, viene vivamente consigliato di effettuare il cambio periodico dell'elemento in oggetto. Al fine di conoscere le tempistiche entro le quali effettuare la sostituzione, il proprietario di un dato mezzo è tenuto a consultare i piani di manutenzione meccanica, opportunamente rilasciati al conducente al momento dell'acquisto dell'auto: nonostante alcuni di questi indichino una scadenza relativa al chilometraggio, è importante ricordare che la cinghia di distribuzione è vulnerabile anche all'usura del tempo. In accordo con quanto appena considerato, è opportuno che la medesima venga sostituita all'effettuazione dei 100,000 chilometri, o più opportunamente, al quinto anno successivo all'acquisto dell'autovettura.

La cinghia di distribuzione viene generalmente associata ad un prodotto relativamente economico, il cui valore viene tuttavia incrementato dalla necessità di acquistare un kit, comprensivo di pompa per il sistema di raffreddamento e del tendicinghia: l'associazione di questi elementi, se applicata ad un'autovettura nella media, genera solitamente un costo oscillante tra i 200 € ed i 400€; l'ottenimento del medesimo kit sulla rete, comunque, è in grado di ridurre notevolmente l'importo a carico dell'acquirente.

 

Quando e perché cambiare le candele?

Il ruolo delle candele

La candela è una componente essenziale del sistema di accensione di un motore a benzina. Si trova nel cuore di ogni cilindro e fornisce la scintilla che innesca la combustione miscela aria-carburante .

Si compone di una parte superiore, che è collegata tramite cavi candela ad alta tensione alla bobina .

L'altra estremità è avvitato nella testa del cilindro e presenta un elettrodo che genera la scintilla.

La qualità della scintilla fornita dalla candela determina la forza della combustione e quindi la potenza e la flessibilità del motore.

Perché cambiare le candele?

Una candela difettosa provoca i seguenti sintomi:

• Motore manca di potenza

• Consumo eccessivo di carburante

• Motore che inquina, e possibili danni al catalizzatore

Quando cambiare le candele?

Le candele devono essere sostituite ad intervalli che possono variare dai 30 000 km ai 60 000 km in base alle raccomandazioni del produttore auto(vedere il libretto di manutenzione del veicolo).

E 'necessario sostituire tutte le candele, anche se solo una candela è danneggiata per evitare uno squilibrio di fase nell' accensione.

Su alcuni modelli ci sono due candele per cilindro e devono essere sostituite in coppia. Possono essere uguali o diverse a seconda del motore.

Su alcuni modelli ci sono due candele per cilindro per essere sostituito in coppia. Sono uguali o diversi a seconda del motore.

 

Share by: